I monologhi della vagina

"Credo che ciò che non si dice non venga visto, riconosciuto e ricordato. Ciò che non diciamo diventa un segreto, e i segreti spesso creano vergogna, paura e miti." Eve Ensler

Ispirati alle duecento e più interviste che l’autrice, Eve Ensler, ha condotto su donne di ogni età, razza, classe sociale o religione, questi monologhi fanno sì che per la prima volta sia la vagina a prendere la parola.

Una pìece che parla di argomenti naturalmente associati alla vagina - il sesso, le mestruazioni, il parto - e di temi dolorosi ed attuali - le violenze e la pulizia etnica - ma che cerca anche di dare una risposta a domande più fantasiose: “Se la tua vagina parlasse, che cosa direbbe?” oppure: “Se la tua vagina si vestisse, che cosa indosserebbe?”.

Con humour trasgressivo, donne di ogni età, razza, classe sociale e religione provano a dare il loro contributo a questa originale presa di coscienza, smettendo di vergognarsi del proprio sesso e della propria sessualità.

Centro Sociale Donna Lisa, giugno 2005
con: Livia Russo, Anna Rita Scalmani, Nancy Sciuto, Rachele Zucchetti

supporto tecnico: Ludovico Nolfi

adattamento e regia: Anna Rita Scalmani
 


Centro Antiviolenza del Comune di Roma, giugno 2001 - Centro Sociale La Torre, maggio 2001 - Spazio Teatro La civetta sul comò, aprile 2001
con: Valentina La Bua, Anna Rita Scalmani, Sara Sebastiani 
supporto tecnico: Ludovico Nolfi 

adattamento e regia: Anna Rita Scalmani

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now